Guida alle città Belghe

Tournai

TournaiTournai, l'antica Tornacum come la chiamavano i latini, è una splendida città belga, situata nella regione della Vallonia. Dichiarata la città più antica del Paese (insieme a Tongeren, nel Limburgo), Tournai assume un importante ruolo nella storia culturale del Belgio. Tra chiese medievali e musei, antichi quartieri con splendide torri civiche, piccoli negozi d'artigianato locale, castelli principeschi e romantici giardini, Tournai è una delle città più belle del Belgio.

Le sue origini sono molto antiche. Con i romani, intorno all'anno 50 d.C., già si registravano testimonianze di un piccolo insediamento lungo le rive del fiume Schelda. Ben presto il piccolo nucleo urbano venne nominato Tornacum, e divenne uno dei principali castrum della nuova provincia Civitas Turnacensium. Alla caduta dell'Impero romano, il piccolo agglomerato venne conquistato dai Franchi, mentre i re merovingi la trasformarono in capitale del proprio regno. Nel IX secolo la città venne assalita dai vichinghi. Nei due secoli successivi, con il principato vescovile di Tournai, la città fece un notevole progresso economico.

Durante il XV secolo Tournai si specializzò nella produzione ed esportazione di tessuti e arazzi. Seguì una forte crescita delle arti e della cultura. Tra i maggiori artisti di Tournai si citano Jacques Daret, Robert Campin e, in particolare, Roger de la Pasture conosciuto sotto lo pseudomino di Rogier van der Weyden (famoso per i suoi dipinti di Bruxelles) o anche il noto poeta e giornalista Roger Rodenbach.  Con la conquista della città da parte di Enrico VIII d'Inghilterra, Tournai divenne la prima e unica città belga della storia ad essere stata governata dai britannici. Successivamente, con il regno d'Olanda sotto il dominio della Spagna con il Duca di Parma, arrivarono anche i primi conflitti di ordine religioso tra cattolici e protestanti. Dopo l'alternarsi delle dominazioni della Francia e dell'Austria, a seguito delle guerre napoleoniche, Tournai divenne parte delle Provincie Unite olandesi e nel 1830 del Belgio indipendente. Dopo essere stata pesantemente bombardata durante la II Guerra Mondiale, la città venne ricostruita secondo i suoi originali canoni storici.

Oggi Tournai è uno dei centri culturali maggiori del Belgio, le sue attrazioni sono parte dei più importanti circuiti turistici della nazione. L'architettura ha influenzato molte città situate lungo le rive del fiume Schelda.

La Cattedrale di Notre Dame di Tournai è una delle più spettacolari chiese del Belgio, oggi Patrimonio dell'Umanità UNESCO. Bellissima e imponente si erge elegante nella sua architettura romanica e gotica fin dal XII secolo. All'esterno si ammira la sua imponenza di 130 metri, due absidi semicircolari e cinque maestose torri. Al suo interno sono ospitati un piccolo museo di tesori medievali, costituito da importanti oggetti sacri (una croce bizantina incastonata di pietre preziose del V secolo, una Madonna in avorio del 1300), dalla Châsse de Notre-Dame flamande, il bellissimo santuario del XII secolo opera di Nicolas de Verdun e dal Santuario di Saint Eleutherius del 1247. Tra gli altri tesori da ammirare nelle chiesa troviamo opere d'arte di Maartan de Vos (La vita di Maria), Pieter Pourbus il vecchio, Quinten Metsijs, Lancelot Blondeel, Jacob Jordaens e un 'Purgatorio' attribuito a Rubens. Nella parte centrale della cattedrale si ammira la splendida arte rinascimentale di Cornelis Floris de Vriendt, il 'jubè' che separa la navata romanica dal coro gotico.

Una volta visitata la cattedrale si possono godere le altre numerose attrazioni di Tounai. In particolare si ammira il campanile di 72 metri d'altezza, una delle più antiche torri civiche, datato 1187, e come la maggior parte torri municipali del Pease, monumento UNESCO perché elencato tra le torri e campanili del Belgio. La torre si affaccia sulla bella piazza principale, la Grand Place, circondata da splendidi edifici storici. Altre importanti chiese si ammirano nelle vicinanze, la chiesa di Saint Quentin, chiesa di Saint Jacques e la chiesa di Sainte Marguerite.

Una visita a Tournai non è completa senza aver visitato due dei suoi lati più romantici, il quartiere di Saint Brice e il Castello di Beloeil, nei dintorni. Il quartiere di Saint Brice è una splendida area della città composta da diversi edifici di architettura romanica; troviamo la chiesa di Saint Brictius, uno dei primi esempio dello stile architettonico noto con il nome di 'hallekerk', tipico delle aree rurale fiamminghe. Nelle vicinanze venne scoperta nel 1653 la tomba di Childerico, re dei Merovingi e padre di Clodoveo. Il quartiere offre anche la visita alle stupende case in stile romanico, importanti monumenti culturali della città, uno degli esempi più antichi di architettura urbana nella storia.

Nelle vicinanze si ammira inoltre il famoso Pont des Tous, l'antico ponte del XIII secolo, un tempo parte delle mura circolari della città. Nel quartiere è presente anche l'unica testimonianza inglese in Belgio, la Grosse Tour sulla Place Verte, che ricorda i giorni di Enrico VIII padrone della città. Il castello di Beloeil, nelle vicinanze (nell'omonimo comune della provincia di Hainaut), riempie di meraviglia lo sguardo del visitatore. Antica residenza dei principi de Ligne fin dal quattordicesimo secolo, il castello e i suoi romantici giardini si presentano ancora oggi nel loro elegante stile barocco, perfettamente ricostruiti dopo il famoso incendio del Capodanno del 1900.
Tournai, la Cité des Cinq Clochers (la città delle cinque torri) vi offrirà un indimenticabile viaggio a ritroso nel tempo, tra musei, quartieri storici e avvenimenti folcloristici di rilievo.

Voli economici per il Belgio seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...