Storia di Bruxelles

Storia di BruxellesLa leggenda e la storia non documentata fanno risalire l'origine di Bruxelles alla fine del VI  secolo. Fu allora che il predicatore Saint Gorik, costruito una piccola cappella su una piccola isola formata da due bracci del Zenne, il fiume che è ancora parte di Bruxelles, diede le prime fondamenta all'attuale città. Le prime fonti scritte confermano tuttavia dell'esistenza di Bruxelles solo nel corso dell'anno 977, quando l'imperatore tedesco Otto II diede la regione della Bassa Lorenna a Carlo di Francia. In quei giorni quella terra era conosciuto come l'isola di Saint-Gorik.

Carlo di Francia, fece erigere una zona fortificata su un isolotto della Senne, il fiume che attraversa la regione. Nel secolo XI la città passò sotto i conti di Lovanio, futuri duchi di Brabante, che eressero, nell'attuale sito della Place Royale, un palazzo e una chiesa. In seguito la città si cinse di contrafforti, di cui ancora oggi rimangono i resti.

Fra il XII e il XIV secolo la città conobbe un periodo di grande prosperità grazie anche al fiorire di attività artigianali e all'affermazione delle libertà comunali. All'inizio del Quattrocento i duchi di Borgogna assunsero il controllo di gran parte dei Paesi Bassi e stabilirono la loro corte a Bruxelles, che divenne capitale del nuovo regno. Questo fu un'epoca d'oro per la città soprattutto sul piano artistico e delle arti figurative: il pittore fiammingo Van der Weyden, fu una delle figure di spicco di questo periodo.

Nei secoli seguenti cominciò per la città una fase di declino, che si protrasse per quasi due secoli. All'occupazione spagnola seguirono le devastazioni inflitte da Luigi XIV di Francia che fece bombardare la città; quindi il dominio degli Asburgo ed infine le guerre napoleoniche.

Nel 1830 le fratture politiche, religiose e linguistiche sfociarono in una rivoluzione contro gli Olandesi al termine della quale nacque il Regno del Belgio. Bruxelles proclamò la monarchia ed incoronò Leopoldo I di Sassonia-Coburgo, che fu il primo rappresentante della casa reale belga.

Durante le seconda guerra mondiale la città venne bombardata per tre volte, ma fu ricostruita negli anni successivi con determinazione e pazienza. La città venne divisa in due regioni semi-indipendenti, appartenenti alle provincie di Fiandre e Vallonia, diventando un quartiere con un proprio governo. Bruxelles diventa anche la capitale dell'Unione europea. Inoltre, la NATO decide di piantare il suo quartier generale vicino a Bruxelles (Evere).

Oggi, la città ha un assetto urbanistico nuovo ed alcuni quartieri sono stati interamente rifatti, come il quartiere dove si trovano le Istituzioni della Unione Europea o quello nei dintorni della Gare Du Midi. La Bruxelles amministrativa è suddivisa in diciannove municipalità, con forte autonomia, di cui alcune bilingue. La città di Bruxelles (Bruxelles-ville o Stad Brussel) è la centrale di queste.

Argomenti più letti

Voli economici per il Belgio seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...