Personaggi famosi belgi

Renè Magritte

Renè MagritteRenè Magritte è considerato uno dei più importanti pittori belgi degli ultimi secoli, vissuto tra il 1898 e 1967, considerato uno dei massimi esponenti del surrealismo mondiale. Nasce nel 1898 a Lessing in Belgio, nella provincia di Hainaut. All'età di 12 anni incominciò a prendere lezioni di disegno, fatto che ne evidenzia le precoci doti artistiche. La sua adolescenza viene profondamente segnata dalla morte della madre, probabilmente causata da un volontario annegamento presso il fiume Sambre, avvenimento che ne influenzerà in seguito anche la vita artistica. Nel 1916 Magritte studiò presso la prestigiosa Académie Royale des Beaux Arts di Bruxelles. Dopo aver sposato nel 1922 Georgette Berger,  lavorò come disegnatore grafico fino al 1926, anno nel quale gli venne offerto un contratto presso la Galerie la Centaure, posizione che gli permise di dipingere a tempo pieno. I suoi inizi artistici furono influenzati dal futurismo, senza un eccessivo ricorso alla simbologia raffigurativa. Tra gli artisti che lo influenzarono di più ci fu l'italiano De Chirico.

Nel 1926 produce la sua prima opera surreale, Le kockey perdu, che espone nel 1927. Successivamente, sempre più affascinato dal surrealismo, decise di frequentare il gruppo artistico di André Breton a Parigi, perfezionandone l'arte. Continuò a dipingere le sue produzioni artistiche fino al 1967, anno in cui morì di un male incurabile.

L'arte di Magritte è figlia del periodo storico vissuto dall'artista, un periodo di innovazioni tecnologiche, sociali e soprattutto di studi di introspezione interiore. La corrente di pensiero del Futurismo abbracciava settori ben più vasti di quelli artistici.
Magritte amava dire ?...i miei quadri sono immagini visibili che nascondono niente...il mistero significa niente, è sconosciuto?. É forse questo il senso artistico di questo grande pittore belga, il niente, dietro il mistero, o forse, la verità oltre ciò sembra più plausibile, la ricerca ossessiva della verità per scoprire niente: non-senso, mistero, confusione, verità ultima.
Secondo il critico d'arte Steingrim Laursen il ?..mistero di Magritte è nel visibile; le sue opere mostrano le cose nel loro enigmatico stato?, un voler 'costringere' a porsi delle domande su ciò che si sta osservando e a cercare, inutilmente, delle risposte, che sono tuttavia immediatamente visibili. Un messaggio, che come uno scherzo, ci porta ad interrogarci sul senso della vita, con provocazione attraverso molteplici paradossi. Come Magritte affermava ?..."Non dipingo visioni. Con l'aiuto della pittura descrivo?.
Tra le sue opere principali ricordiamo gli Amanti (1928), Le faux miroir (1928, New York, Museum of Modern Art), La condizione umana (1935),  Il misteri dell'orizzonte (1955), Le File de l'homme (1964), La firma in bianco (1965), Golgonde (1953), Il donatore felice (1966) esposto al Musée d'Ixelles Bruxelles.
Da non perdere a Bruxelles la visita al Museo René Magritte (http://www.magrittemuseum.be/)

Voli economici per il Belgio seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...