Guida alle città Belghe

Gand

Gand Belgio Gand (Ghent) è una delle destinazioni turistiche preferite delle Fiandre, 'charming' (incantevole) direbbero gli inglesi. A metà strada tra Bruges e Bruxelles, Gand è una città piena di sorprese culturali e affascinanti quartieri medievali, cosmopolita e soprattutto cordiale. Capitale della regione delle Fiandre orientali, abitata da circa 230.000 abitanti è una città ricca di edifici storici, piccoli ristoranti di cucina regionale e favolose pasticcerie di cioccolato, .

La storia di Gand comincia intorno al 650 quando vennero costruite due abbazie, l'Abbazia di San Pietro e l'Abbazia di San Bavone. Dopo essere stata attaccata diverse volte dai vichinghi, la città si sviluppò in una fiorente cittadina commerciale, tanto da divenire nel XIII secolo la città più grande d'Europa, dopo Parigi e prima di Londra. Tuttavia con il tempo subì un lento declino, dovuto in particolare al concomitante sviluppo di città come Anversa e Bruxelles e alle guerre religiose del XVI secolo tra cattolicesimo e calvinismo. Il ritrovato splendore arriva solo nel XIX secolo grazie alla produzione e al commercio di prodotti tessili (Lieven Bauwens introdusse la prima macchina adatta alla lavorazione meccanica dei tessuti in Belgio e da lì in tutto il continente europeo). Nel 1812, questa piccola città delle Fiandre viene catapultata nel panorama politico come sede firmataria del trattato di pace tra Regno Unito e Stati Uniti d'America, il Trattato di Ghent. Con la battaglia di Waterloo Gand diventa per soli 15 anni parte del Regno d'Olanda, per poi divenire definitivamente parte del Belgio.

La città oggi si presenta come una città tranquilla e poco movimentata, ricca di una bella architettura medievale e di un interessante centro storico in gran parte unicamente perdonabile. Le attrazioni principali si concentrano sul Graslei, il centro storico, che offre uno dei migliori panorami della città: dalla riva opposta del canale che lo attraversa, si ammirano il ponte di Sint Michielsbrug, l'ex edificio delle poste del 1910 edificato in stile neo-gotico, la chiesa di San Nicola, il campanile Belfort e la Cattedrale di San Bavone; un panorama dove in particolare padroneggiano le tre famose torri di Gand.

L'antica Cattedrale di San Bavone rappresenta il maggiore monumento storico della città. Al suo interno è ospitato uno dei maggiori capolavori della pittura medievale, l'apice della pittura fiamminga del XV secolo, l'opera di Hubert e Jan van Eyck, l'Adorazione dell'agnello mistico del 1432. Quest'opera è dipinta su un totale di 24 pannelli uniti tra loro da un 'cerniere' (detto polittico), raffigurante immagini divine del Cristo re e della Vergine Maria, con numerosi dettagli preziosi. Sempre all'interno della cattedrale troviamo anche la celebre opera di Rubens, La Concersione di San Bavone (L'entrée de Saint-Bavon au cloître).
La città di Gand ospita anche tre famosi beghinaggi fiamminghi, l'antica Elisabeth-beginhof, la nuova St Elisabeth beginhof di Sint Amandsberg e la Nostra Signora Ter Hoyen situata in Lange Violettrenstraat. Il beghinaggio di Santa Elisabetta fu così chiamato da Elisabetta d'Ungheria anche conosciuta come Santa Elisabetta di Thuringia.

Un'altra maggiore attrazione di Gand è il Beffroi, una delle tre torri civiche della città (le altre due sono presenti nella cattedrale di San Bavone e nella chiesa di San Nicola). Alta 91 metri e terminata nel 1380, la torre campanaria serviva anche a scopi difensivi e fa parte insieme a numerosi campanili del Belgio e della Francia della Lista UNESCO patrimonio dell'Umanità. Il Beffroi possiede un carillon di 44 campane.

Un altro luogo da non perdere a Gan è il Castello di Gravensteen capolavoro di architettura medievale conosciuto anche con il nome di Castello dei Conti. Situato nel centro storico (St Veerleplein) fu costruito nel 1189 dal conte Filippo d'Alsazia e progettato secondo il classico modello dei castelli dei crociati. Fino al XIV secolo fu sede dei Conti delle Fiandre.

Un giro tra i Musei di Gand è altamente consigliabile, qui troverete in particolare il Museo SMAK (Stedelijk Museum Voor Actuelle Kunst) nel quale sono ospitati le opere di Karel Appel, Pierre Alechinsky e Panamarenko, tre dei maggiori artisti d'arte moderna del Belgio; il Museo voor Schone Kunsten (Museo delle belle Arti) con opere di Hieronymus Bosch e Jean Fouquet tra gli altri, e l'interessante Huis van Alijin, originariamente una casa di beghinaggio e oggi Museo d'Arte Folcloristica e il MIAT, museo dello sviluppo tessile di Gand, che mostra lo sviluppo economico della città attraverso l'industria tessile.

Gand, tra i suoi locali lungo-canale e la sua atmosfera universitaria offre una grande varietà di ristoranti di cucina locale e internazionale. Non mancate a tale proposito quartieri come Patershol o Sleepstraat, dove troverete tra le altre cose caratteristiche pasticcerie dove assaporare il dolce tipico di Gand, il Mastellen, il dolce della festa di San Uberto che in città si celebra il 3 novembre. Per gli amanti della vita notturna consigliamo i quartieri intorno alla Piazza Sint Pieter, il centro storico con piazza Korenmarkt e Klein Turkije.

Voli economici per il Belgio seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...