Siti Unesco del Belgio

Cattedrale di TournaiLa bella cittadina di Tournai, in Belgio, ospita la cattedrale Notre-Dame de Tournai, un sito UNESCO di incredibile bellezza. Se mai avete tempo di visitare una sola cattedrale in Belgio, allora scegliete questa. Una imponente, a dir poco, costruzione medievale, fiore all'occhiello dei due stili architettonici più importanti in Europa medievale: lo stile romanico (la navata e la parte centrale con le torri) e lo stile gotico (il coro). La cattedrale è anche sede di uno dei tesori d'arte più importanti in Belgio: il Santuario di Nostra Signora di Nicholas Verdun.

Tournai è una città ad ovest del Belgio, l’unica con un passato inglese. Situata sul fiume Escault, è questa una delle più antiche città del Belgio, istituita dai Romani sulla strada tra Colonia e la Francia. I re Merovingi scelsero Tournai come capitale per un periodo del secolo V, quando vi nacque il re Chlodewetch (meglio conosciuto come Clovis, in italiano Clodoveo I). Nel Medioevo, la città era un importante centro di tessitura e la sCattedrale  Notre Dame Tournaiua architettura influenzò la maggior parte delle altre città lungo il fiume Escault.

La Cattedrale è riconosciuta come uno dei più bei monumenti religiosi di tutto il mondo occidentale. Le cinque alte torri della struttura romanica raggiungono il cielo, in splendida fusione con il fascino gotico delle  sue parti inferiori. All’interno si trovano veri tesori d’arte e reperti raccolti da tutto il mondo. La Cattedrale romanica fu costruita dopo l’incendio che distrusse l’insieme episcopale nella metà del secolo IX. La grande basilica del secolo XI, di cui resta ancora una parte, deve la sua costruzione alla crescita dell’importanza del culto mariano, che attirò molti pellegrini a seguito della peste del 1089. Era un periodo di estrema ricchezza per le Fiandre e per Tournai, come centro religioso e di apprendimento; l'economia era trainata da una regione che produceva lana ed esportava calcare locale.

Gli elementi romanici della Cattedrale non furono mai datati definitivamente. Recenti ricerche, tuttavia, fanno risalire la data di costruzione nella prima metà del secolo XII, la navata nel primo terzo del secolo e il transetto nel secondo. Il ritorno dei Francesi nel 1797 portò con sé la chiusura della Cattedrale, la vendita dei suoi ricchi arredi e il disfacimento della sua collezione di opere d’arte. L’edificio scampò alla demolizione, ma il suo pessimo stato di conservazione rese necessari dei lavori di restauro, che ebbero inizio nel coro durante il 1840 e proseguirono nei decenni successivi. Le realizzazioni principali furono la ricostruzione del frontone dell’abside nord a corrispondere con quello dell’abside sud, che fu a sua volta ristrutturato. Agli inizi del secolo XIX la Cattedrale rimase in piedi da sola dopo la demolizione delle case circostanti. Le bombe raggiunsero il coro il 17 maggio 1940 e il fuoco si sviluppò sCattedrale Tournai in dettaglioul tetto della navata. La cappella della parrocchia, il Palazzo Vescovile, gli archivi diocesani e la vasta biblioteca furono distrutti. I restauri iniziarono dopo la guerra.

Dal punto di vista della sua architettura, la Cattedrale è il prodotto di tre stili appartenenti a periodi diversi che possono essere facilmente distinti. Offre il contrasto di una navata romanica e di un coro gotico, collegati da un transetto, in uno stile di transizione con un impressionante gruppo di cinque campanili. La navata romanica, divisa in nove campate su di una lunghezza di 48 metri, è fiancheggiata dalle navate laterali. A metà della scala sud si trova l’accesso alla cappella episcopale di St. Vincent, aggiunta alla struttura principale che si apre sul Palazzo Vescovile. All'interno, il coro è composto da 3 navate, 7 campate e 5 cappelle. È in una delle cappelle laterali del coro gotico che si possono ammirare i tesori artistici del Duomo: due più importanti, il Santuario di S. Eleuterio e il Santuario di Nostra Signora.

Tra gli altri tesori d'arte custoditi all'interno della chiesa, sono i dipinti di alcuni tra i più importanti artisti fiamminghi: 'La vita di Maria' di Maarten de Vos, e dipinti di Pieter Pourbus il Vecchio, Quinten Metsijs, Lancelot Blondeel, Jacob Jordaens e anche un 'Purgatorio' probabilmente dipinto da Rubens. Nei transetti si ammirano anche diversi dipinti murali in stile romanico. Nel bel mezzo della cattedrale un loft splendido soffito rinascimentale, opera di Cornelis Floris de Vriendt nel 1572, separa la navata dal coro romanico gotico.

I santuario della Nostra Signora, del Verdun, è il del tesoro artistico di Tournai. La Madonna è la patrona della cattedrale, la sua venerazione è diventata importante dopo l'anno Santuario Nostra Signora di Tounai1090, quando le sue reliquie furono portate in giro per la città in processione per fermare una epidemia. Poco dopo la processione, l'epidemia finì e la città fu salvata. Da allora questo evento è ricordato con una processione annuale. Il santuario, in oro, ha un tetto a capanna con cornici; nelle nicchie sono rappresentate diverse scene della vita della Madonna e la vita pubblica di Gesù. Gli spazi sopra le arcate sono decorati con angeli e profeti. Il santuario non contiene più le reliquie originali, che probabilmente scomparvero intorno al 1566, durante il tempo della iconoclastia del Paese. La reliquia fu salvata dal saccheggio dei soldati francesi a seguito della Rivoluzione Francese. Alcune parti delle decorazioni del santuario sono state aggiunte durante la fase di restauro nel 1890.

 

 

Argomenti più letti

Voli economici per il Belgio seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...