Belgio

Il Belgio è un paese molto bello e dinamico, a volte oscurato da paesi vicini e più grandi come l'Olanda, la Germania e la Francia. Il nome del paese deriva dalla tribù celtica dei Belgae che abitava la zona. Punto di passaggio obbligato il Belgio è stato crocevia di traffici mercantili, migrazioni e contese territoriali, che ne hanno cambiato radicalmente il paesaggio durante i secoli. Il paese è stato influenzato dai potenti vicini e ancora sono visibili nei luoghi e nei tratti della gente le influenze di antichi passaggi e di celebri conquiste come quella romana, celtica, tedesca, francese e spagnola.

Il Belgio moderno può essere suddiviso in tre stati separati, ciascuno con una sua forte autonomia: le Fiandre, la Vallonia e una piccola zona a minoranza tedesca. Il fiammingo delle Fiandre è simile alla lingua olandese, mentre in Vallonia si parla francese. Forti sono le spinte indipendentiste, in special modo da parte fiamminga. I motivi sono i soliti, i fiamminghi ora stanno meglio economicamente dei valloni (che stavano meglio prima) e una parte di loro si vorrebbe separare per non dover sovvenzionare la parte del paese in difficoltà. Secondo la maggior parte degli esperti difficilmente si arriverà a una disintegrazione dello stato belga, sopratutto perché questo è un contro senso assoluto in una Europa unita.

Il Belgio è una monarchia costituzionale di circa 10 milioni di abitanti (è lo stato più densamente popolato in Europa dopo la vicina Olanda) e il monarca funge da collante nazionale tra le due principali etnie. La maggior parte della popolazione è di fede cattolica, con minoranze protestanti, ebraiche e musulmane.

Il Belgio offre una grande varietà di attrazioni turistiche,  con città d'arte, paesaggi naturali incantevoli, luoghi di vacanza attrezzati e festival folcloristici. Sono otto i luoghi del paese dichiarati Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco. Molto interessanti sono poi i Beghinaggi Fiamminghi, quartieri antichi situati sia dentro che fuori le città attuali che nacquero nel medioevo dal Beghinaggio, un movimento spirituale di donne che dedicavano la loro vita a Dio e ai poveri. I Beghinaggi, dove vivevano queste comunità, sono suggestivi insiemi di case, chiese e giardini eretti nello stile fiammingo dell'epoca.

Ma c'è tanto, tantissimo da vedere in Belgio, dalle torri campanarie che punteggiano il territorio, simbolo della ricchezza mercantile di un tempo, al centro storico di Bruges, un'antica capitale culturale d'Europa, tantissme le città d'arte, Arlon, Anversa, Liegi, Gand, Charleroi, Namur, Mons, Tournai, Ostenda, Lovanio, dalle miniere neolitiche di Speinnes (Mons), arte di Rubens e Magritte, all'Art Nouveau di Victor Horta e di altri grandi esponenti di questo stile architettonico a Bruxelles, e poi ancora parchi, castelli della Vallonia, abbazie millenarie...

Il Belgio è anche la patria del fumetto e Bruxelles è la meta obbligata per gli appassionati del genere. Qui sono nati Tintin, i Puffi, Lucky Luke e tanti altri. Gli appassionati di storia non potranno rinunciare a  calpestare la terra del campo di battaglia di Waterloo (dove il 18 Giugno 1815 Napoleone venne sconfitto definitivamente), o a visitare il maestoso castello di Goffredo di Buglione, condottiero della prima crociata che impegnò il suo castello per finanziare una spedizione in Palestina. Non perdetevi infine almeno qualcuno dei centinaia di festival folkloristici che si tengono ogni anno. 

Voli economici per il Belgio seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...